INTRO - STORIA
INTRO - STORIA


A Nord-Est di Viterbo, tra i monti Cimini e la valle del torrente Vezza, sorge Vitorchiano, caratteristico e pittoresco borgo medievale. Il paese è posto su grandi massi di peperino ed è protetto a sud da mura intramezzate da torri ancora tutte coronate di merli, ad est, ovest e nord da profondi e ampi burroni.
Il territorio di Vitorchiano si estende a nord dei monti Cimini per una superficie complessiva di Kmq 29,6.
Confina con Viterbo, Bomarzo e Soriano nel Cimino.
E’ un territorio prevalentemente collinare ricco di noccioleti, vigneti e di uliveti. Non mancano i boschi di querce e numerosi ed accoglienti castagneti.

All’interno delle mura castellane conserva la tipica architettura medievale con le caratteristiche case, le torri, le viuzze, le piazzette, le scale esterne.
Le sue origini, dati i numerosi reperti archeologici tra cui avanzi di muri a conci di peperino senza malta, sembra risalgano al tempo degli Etruschi.
La zona fu abitata anche in epoca romana. Desiderio, ultimo re dei longobardi, circa l’anno 757, edificò e ristrutturò nel viterbese città e castelli e, tra questi ultimi, Vicus-Orchianus o Orclanus, oggi Vitorchiano, per garantire agli abitanti dell’etrusca Orchia od Orcla, un luogo di dimora migliore.
Lo stemma di Vitorchiano raffigura una torre merlata sormontata da una corona, un ramo di quercia ed uno di alloro e le lettere S.P.Q. R., (in ossequio alla sua devozione a Roma).
La torre è il simbolo del paese, della città. La quercia è il simbolo della forza e l’alloro il simbolo della virtù, del valore, del trionfo, della vittoria. La corona civica è il simbolo di autorità, di onore, di prestigio. Le lettere S.P.Q.R. significano “il Senato e il popoloromano”.
Vitorchiano poté inserire tali lettere nel proprio stemma intorno al 1265 perché il Campidoglio concesse al paese il titolo di “Terra fedele” e l’onore veramente singolare di potersi fregiare dello stesso identico stemma di Roma e di poter far uso, nel proprio sigillo bronzeo, del motto:
“Sum Vitorclanum castrum membrumque romanum”
“Vitorchiano, castello e parte di Roma”